fbpx

Torre Fortebracci

Di fronte al Duomo di Sutri, nascosta dietro alcune abitazioni e posta su un tratto delle mura medievali, è presente una delle poche torri medievali sopravvisuta fino ai nostri gironi, la Torre Fortebracci.

Questo tipo di costruzione, definito Casatorre, era un simbolo di potenza nel Medioevo e aveva la doppia funzione, come spiega il nome, di abitazione e di struttura difensiva.

Storia della Torre Fortebracci di Sutri

Posta nell’antica contrada Saccello, Torre Fortebracci risale intorno al XII-XIII secolo.

Durante le lotte tra Guelfi e Ghibellini Sutri rivestiva un ruolo importante per il controllo del territorio e venne quindi presa di mira da Niccolò Fortebraccio, capitano di ventura, che nel 1433 appiccò un incendio all’intera città, radendola al suolo.

Uno degli edifici scampati all’incendio fu proprio questa torre a fianco delle mure medievali, che oggi prende il nome da quel capitano. Nel corso dei secoli passò di proprietà tra numerose famiglie nobili.

Informazioni:

Largo Fortebracci, 2

Visitabile solo esternamente

Dove si trova

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi