fbpx

Torre degli Arraggiati

Oltre alla Torre Fortebracci, presente sulle mura del centro storico, anche la Torre degli Arraggiati, o Torre San Paolo, è una delle ultime testimonianze dell’antico borgo.

Storia della Torre degli Arraggiati

In epoca Medievale era la torre campanaria della Chiesa di San Paolo, collegata con il convento che ospitava i frati dell’ordine dei Carmelitani, provenienti dalla Sicilia. Si dice che il nome attuale derivi dal fatto che questi frati, arrivati dopo un viaggio molto più lungo di quello previsto, fossero arrabbiati per il lungo viaggio, quindi “arraggiati” in siciliano.

Dopo l’incendio causato da Niccolò Fortebraccio nel 1433 e la tragica alluvione del 1493 il borgo venne totalmente distrutto e sopravvisse solamente questa torre.

Architettura della Torre degli Arraggiati

Eretta tra il XII e il XIII secolo, la torre è a pianta rettangolare e realizzata con blocchi di tufo squadrati tenuti insieme da malta di calce e pozzolana. Il portale di accesso presenta tre archi ogivali con nervature, i quali poggiano su dei piccoli pilastri con capitelli decorati a fogliami. La torre è parzialmente crollata e l’interno, a causa dei detriti e della vegetazione, risulta inaccessibile.

Alla spalle del rudere, nascosti tra la vegetazione, si possono intravedere resti di mura, forse facenti parte in passato di un sistema difensivo. Dalla strada accanto è possibile arrivare all’inizio delle Tagliate Etrusche oppure proseguire verso il percorso della Via Francigena.

Fonti: Comune di Sutri

Informazioni:

All’interno del Parco Archeologico di Sutri

Proprietà privata

Dove si trova la Torre Arraggiati di Sutri

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi